_DSC0295
01 luglio 2022
Lingua originale dell'articolo: Deutsch Informazioni Traduzione automatica. Velocissima e quasi perfetta.

Quest'anno è stato facile e veloce. Tutti i servizi meteorologici hanno segnalato: Domenica: cielo sereno, nessun pericolo di temporali, al massimo qualche nuvola soffice su Innsbruck, niente di più. Così la Klassik am Berg non sarebbe stata interrotta da un enorme acquazzone prima dell'intervallo, come era accaduto l'anno scorso. Ma c'era un'altra prima. Per la prima volta, il concerto si è svolto sulla Muttereralm e non sul Patscherkofel.

Un cielo magnifico

È sempre il tempo a rendere nervosi gli organizzatori, dice Gerhard Sammer, direttore dell'orchestra da camera tirolese InnStrumenti. Si deve ancora decidere se il concerto si terrà in montagna o nella Haus der Musik di Innsbruck. Noi spettatori, ovviamente, non ci accorgiamo di questa tensione. Aspettiamo la posta, mettiamo negli zaini i materassini da campeggio e le coperte da picnic e aspettiamo con ansia il concerto.

Con i suoi 1.608 metri sul livello del mare, la Muttereralm non è così alta come la stazione a monte della funivia Patscherkofel (1.965 m). Tuttavia, è consigliabile portare con sé uno strato di base adeguato e indumenti caldi. Quando il sole se ne va, può diventare"zapfig", come si dice in Tirolo. Nel primo pomeriggio salgo alla Mutterer Alm. E condividere la gondola con gli appassionati di mountain bike e le loro biciclette. Il Bike Park di Innsbruck sulla Muttereralm è molto popolare. Un sentiero molto frequentato conduce dall'alpe alla valle.

Un classico in montagna

Quest'anno l'orchestra ha dovuto spostarsi dal Patscherkofel alla Muttereralm. Forse per non disturbare le mucche che si trovano lì, abbiamo saputo che le mucche della Muttereralm non si lasciano disturbare affatto, e non dobbiamo comunque fare a meno del tintinnio dei campanacci. Quando iniziano i primi suoni, le mucche si dirigono in ordine dal campo al prato più basso. Per poi - non è uno scherzo - risalire a fatica agli ultimi suoni. Ispezionano a fondo il palco e riprendono il loro posto. Tutti pensano che le mucche siano molto attente!

RobSölkner 4tet

Il programma questa volta via codice QR. Quindi è bene che il cellulare abbia ancora abbastanza energia. Come ogni anno, l'Orchestra da Camera InnStrumenti porta sul palco una band. Danno un'accoglienza vivace al pubblico e poi suonano con i musicisti dell'orchestra.

Quest'anno la scelta è caduta sul RobSölkner 4tet attorno al compositore e pianista di Innsbruck Robert Sölkner. Il programma del quartetto accompagna il pubblico nel "main act" con suoni jazz e composizioni originali di Sölkner.

"Il processo di pianificazione del programma inizia molti anni prima del concerto. Nel nostro team di programmazione raccogliamo idee per brani, solisti ecc. In questo modo, abbiamo messo insieme il programma del concerto passo dopo passo. Potrebbero esserci pezzi noti. Tuttavia, si dovrebbero anche porre accenti creativi, creare nuovi pezzi appositamente per questa occasione e così via. Cerchiamo soprattutto pezzi che corrispondano alla posizione sulla montagna. Pezzi che non si sentono ovunque, come la "Tirolese" di Benjamin Britten di quest'anno. Inoltre, il programma di Klassik am Berg prevede sempre un crossover. Quest'anno, ad esempio, tra musica classica e jazz, con i solisti di punta del RobSölkner 4tet"

Gerhard Sammer, direttore artistico

Leggera come una piuma la sera d'estate

Un programma ottimistico

L'atmosfera è quindi ottima fin dall'inizio. Il prato si riempie di persone affamate di musica. Circa 1200 persone seguono la Klassik am Berg dal vivo, con bambini e cani, snack e bevande. "Proprio come nell'epoca barocca, le persone sono autorizzate a mangiare, sorseggiare e divertirsi", afferma Gerhard Sammer, noto per i suoi interventi spiritosi e divertenti. È lui a fornire il miglior intrattenimento e numerose risate tra i brani musicali. Sono leggeri come una piuma e sono perfetti per una mite serata estiva.

Il primo movimento della Sinfonia n. 40 in sol minore di Wolfgang Amadeus Mozart aprirà il concerto. Segue "Kommt ein schlanker Bursch" dall'opera "Der Freischütz" di Carl Maria von Webern. La solista Lea Bodner ha accompagnato con molto umorismo, talento recitativo e una voce meravigliosa. Sono intelligenti anche i brani successivi, tra cui "Charles Aznavour prend un café ave Astor Piazzola" dell'argentino Astor Piazzola, scomparso vent'anni fa, e "Die lustigen Dorfschmiede" del compositore ceco Julius Fučíks, che quest'anno avrebbe festeggiato il suo 150° compleanno. Durante la marcia, c'è un sacco di martellate sul palco e di battimani sul prato, come è giusto che sia.

Salsicce e pretzel

Durante la pausa, alcuni prendono bratwurst e pretzel, spritz estivi e birra. Mentre nel cielo non c'è ancora una sola nuvola scura, la Nordkette appare in tutto il suo splendore estivo. La seconda parte prosegue in modo affascinante con l'ouverture di Paul Lincke dall'operetta Grigri. Johann Strauss, naturalmente, non è da meno. In "Mein Herr Marquis" dall'operetta Die Fledermaus, Sammer e i Bodner indossano i dirndl, per la gioia del pubblico. La Danza ungherese di Johannes Brahms è esaltante, così come "Ausflug" del compositore Wolfgang Fally, anch'egli presente.

Come sempre, il tempo vola. È già il momento dell'ultimo pezzo. C'è già un bis ferocemente applaudito e una porzione extra di applausi per lo staff tecnico e i molti aiutanti dietro il palco. Si assicurano che tutto fili liscio. Proprio come il personale della Muttereralmbahn, che fa scendere a valle con la funivia 1.200 persone in pochissimo tempo.

In un attimo siamo a Mutters. Ancora euforico per il favoloso concerto in cui l'orchestra da camera InnStrumenti si è destreggiata abilmente tra opera, operetta, jazz e canzoni popolari. Musica raffinata, aria alpina speziata, fantastico panorama montano: un pacchetto complessivo paradisiaco.

"Dopo la prima performance di successo sulla Muttereralm, siamo molto entusiasti di questa location speciale! I responsabili del comune di Mutters e l'intero team della Mutterer Alm ci hanno "accolto" così positivamente che stiamo pianificando - se possibile - di tenere nuovamente il concerto alla Muttereralm nel 2023. Tuttavia, dopo aver consultato il nostro "meteorologo di casa", il Prof. Mayr, abbiamo spostato il concerto del 2023 in autunno. In genere lì si prevedono condizioni meteorologiche più stabili"

Gerhard Sammer, direttore artistico

Se volete lasciarvi incantare, il canale YouTube dell'Orchestra da camera tirolese InnStrumenti lo rende possibile.

L'estate di Innsbruck offre una serie di grandi esperienze musicali: dai Concerti della Promenade alle Settimane del Festival di Musica Antica, consultate il programma qui.

Foto, se non diversamente specificato: © Susanne Gurschler

Articoli simili

Wally Quinn, Vanessa Community e Naomi King (da sinistra a destra) hanno dato il meglio di sé per il primo Drag Brunch! Drag dalle cime delle montagne! Il 27 novembre, presso il ristorante Seegrube sulla Nordkette, si è tenuto un Drag Brunch. Si dice che il termine „drag“ sia nato alla fine del 1800 in teatro, quando gli interpreti maschili si esibivano come donne, ma il termine e l'arte di drag si sono evoluti e sono cresciuti nel corso del tempo. Drag esiste da molto tempo, e in tutto il mondo. Recentemente, grazie a programmi televisivi come "Rupaul's Drag Race" e "Dragula", sempre più persone stanno scoprendo l'arte e i locali drag Dai cambi d'abito alle rivelazioni, non riuscivo a staccare gli occhi! Un'occasione da non perdere! Ho visto occasionalmente alcuni performer di drag a Innsbruck in occasione di vari eventi, ma per la maggior parte mi sembra che Vienna sia più nota per le esibizioni frequenti e per drag brunches. Quando ho visto che Seegrube sarebbe stata la location di drag brunch ho capito che non potevo lasciarmi sfuggire l'occasione. Wally Quinn e Naomi King si uniscono per formare il duo canoro „Die Amazonen“, guardateli! Sono ossessionato! 1.905 metri sul livello del mare sono una location da urlo per qualsiasi brunch, ma se aggiungiamo un po' di drag è indimenticabile! Viste spettacolari, brunch delizioso, performance mozzafiato! I performer Drag Vanessa Community , Naomi King e Wally Quinn sono stati incredibili. Il canto dal vivo, il lip syncing e le coreografie spettacolari hanno dato vita a uno spettacolo incredibile! Naomi King e Wally Quinn si esibiscono anche come gruppo canoro dal vivo, chiamato „Die Amazonen“. Francamente, sono ossessionata. Se non riuscite ad andare a uno spettacolo, ascoltateli su Spotify, non ve ne pentirete! Questi artisti si sono assicurati di far lavorare la sala, non c'era un solo posto a sedere in casa! Che lo spettacolo abbia inizio! Dopo l'arrivo, Vanessa Community ha fatto una breve introduzione su come si sarebbe svolto il brunch. Poi le persone hanno riempito i loro piatti con cibo delizioso e hanno avuto il tempo di mangiare e socializzare. Tutti e tre gli artisti, prima dello spettacolo e nelle pause, hanno trovato il tempo di sedersi a diversi tavoli e parlare con tutti. Sono stati così gentili e amichevoli, rispondendo alle domande, raccontando storie e mostrandosi adorabili! Gli artisti hanno eseguito un blocco di numeri e poi c'è stata una pausa per continuare a mangiare. Ci sono stati tre blocchi di esibizioni, con varie costellazioni e, naturalmente, cambi di abito. „Die Amazonen“ hanno persino cantato il loro nuovo singolo, uscito venerdì, e si sono esibiti per noi domenica! Ancora, ancora, ancora... per favore? La mia prima domanda all'organizzatore e performer Vanessa Community è stata: quando saremo benedetti da un altro drag brunch? Vanessa, in collaborazione con Seegrube, vuole renderli una cosa regolare... ma non troppo regolare. L'evento è stato volutamente mantenuto piccolo, ma la richiesta è stata tale che si è esaurito molto rapidamente. Non posso che consigliare di visitare drag show o drag brunch. Dire che mi sono divertita sarebbe un eufemismo, non volevo che lo spettacolo finisse! Vanessa Community Naomi King e Wally Quinn sono artisti eccezionali! è la stagione... e Vanessa Community si veste da regalo sotto l'albero! Tutte le foto: © Vera Fluchtmann