navigazione principale

oggi

Pomeriggio
23°C
70% Soleggiato
3600mm
zero termico

Lunedì

Lunedì
24°C
10% Soleggiato
4000mm
zero termico

Martedì

Martedì
25°C
70% Soleggiato
3800mm
zero termico

Previsioni

Domenica, si affermerà nuovamente l’alta pressione.

Affinché si verifichi tale cambiamento, si dovrà aspettare fino a mezzogiorno: inizialmente ci saranno molte nubi, dopodichè si imporrà il sole, che con i suoi raggi sarà in grado di riscaldare l’aria fino a piacevoli valori.

Tendenza

Lunedì, sarà soleggiato e secco. Martedì, il bel tempo resterà, ma nella sera poi diventerà temporalesco.

Avete bisogno d'aiuto? Contattateci!

Innsbruck Tourismus


lun - ven: ore 8.00 - 17.00

Prenotazioni alberghiere e per gruppi


lun - ven: ore 9.00 - 17.00

Informazioni turistiche


lun - sab: ore 9.00 - 17.00

oggi

Pomeriggio
23°C
70% Soleggiato
3600mm
zero termico

Lunedì

Lunedì
24°C
10% Soleggiato
4000mm
zero termico

Martedì

Martedì
25°C
70% Soleggiato
3800mm
zero termico

Previsioni

Domenica, si affermerà nuovamente l’alta pressione.

Affinché si verifichi tale cambiamento, si dovrà aspettare fino a mezzogiorno: inizialmente ci saranno molte nubi, dopodichè si imporrà il sole, che con i suoi raggi sarà in grado di riscaldare l’aria fino a piacevoli valori.

Tendenza

Lunedì, sarà soleggiato e secco. Martedì, il bel tempo resterà, ma nella sera poi diventerà temporalesco.

Avete bisogno d'aiuto? Contattateci!

Innsbruck Tourismus


lun - ven: ore 8.00 - 17.00

Prenotazioni alberghiere e per gruppi


lun - ven: ore 9.00 - 17.00

Informazioni turistiche


lun - sab: ore 9.00 - 17.00

Tour in vetta

A piedi fino in cima alla montagna

Siete degli scalatori di vette? O volete diventarlo? Allora siete sulla pagina giusta! Qui troverete i tour in vetta più belli di Innsbruck e dintorni. Non sono tutti difficili da raggiungere e non tutti richiedono abilità alpinistiche.

Per qualche vetta di montagna non occorre essere un Reinhold Messner. Vi presentiamo qui due facili tour di vetta.

Queste riuniscono l’emozione della conquista di una montagna e la semplicità dell’impresa. La parola magica è: “impianti di risalita”. Dov’è disponibile un impianto di risalita, infatti, basta soltanto affrontare l’ultimo tratto di cammino per raggiungere la croce della vetta. Così non ci saranno più ostacoli a una magnifica escursione in montagna!

Qui trovate la vetta che fa per voi

Alcune cime possono essere raggiunte anche con gli impianti di risalita e una breve escursione a seguire. Selezionate nella parte sottostante della pagina il filtro “facile” e avrete una panoramica sui tour di montagna più adatti alle vostre esigenze.

Se, invece, ricercate l’esperienza ultimativa della scalata e volete conquistare la cima con le vostre forze soltanto, vi consigliamo di selezionare il filtro “difficile”. La pagina dei risultati vi mostrerà gli itinerari per gli alpinisti in buona forma fisica e con grande esperienza.

Filtrar por Mostra tutto
Nascondi i filtri
11 H
1969 M
1 KM 23 KM
Difficoltà:
100 KM
52 Results found
Cancella

Sentiero Alpenrosensteig a Oberperfuss

1.5 H
306 M 306 M
6 KM 6 KM
facile facile
Itinerario particolarmente incantevole durante la fioritura dei rododendri! Si segue il sentiero 14a. Dalla stazione di partenza degli impianti di Oberperfuss, salire in quota con la cabinovia (Peter-Anich-Gondelbahn I fino a Stiglreith e Peter-Anich-Gondelbahn II fino a Sulzstich). Da qui seguire la strada carreggiabile per circa 40 minuti raggiungendo il rifugio Rosskogelhütte. Proseguire poi sulla forestale fino alla sella Krimpenbachsattel, qui piegare a destra e raggiungere la croce di vetta del Rangger Köpfl. A questo punto ripercorrere lo stesso tracciato fino alla Rosskogelhütte, scendendo fino al punto di partenza. Lungo il percorso: panorami fantastici sulla Inntal e sulle montagne circostanti.  

Escursione in vetta: Sonnkarköpfl

2.3 H
720 M 720 M
6.6 KM 6.6 KM
media media
Proprio dietro alla malga Pfaffenhofer Alm (= Widdersbergalm) il sentiero sale a serpentine e dopo circa 45 minuti si raggiunge la biforcazione per il Sonnkarköpfl. Non appena si abbandona il bosco, il sentiero conduce prima attraverso un'area con vegetazione rada, poi a un versante esposto a nord e, infine, attraversando un circo glaciale, al versante sud-occidentale fino alla vetta. Dal Sonnkarköpfl si torna un po' indietro e, al bivio, si segue la segnaletica per "Oberhofer Melkalm" in direzione est. Qui si attraversano in discesa distese di rododendri fino a raggiungere il rifugio Sonnkarhütte (non gestito) e più avanti attraverso pascoli fino alla malga Oberhofer Melkalm. Infine, si prende il sentiero Bettlersteig dietro il rifugio, che riporta al punto di partenza presso la malga Pfaffenhofer Alm (= Widdersbergalm). Suggerimenti | Note: Permesso di transito a pagamento disponibile presso il comune di Pfaffenhofen o la malga Pfaffenhofer Alm che permette di risparmiare ca. 2 ore e 30 di cammino. La strada è percorribile con una normale autovettura. Attenzione: se si transita in seguito a forti precipitazioni si consiglia l'uso di un fuoristrada.

Tour in vetta: Wankspitze

3 H
1059 M 1.059 M
5.3 KM 5.3 KM
difficile difficile
Dal parcheggio della locanda Arzkasten si segue il sentiero forestale verso nord, oppure il sentiero Bachweg in direzione del rifugio Lehnberghaus. Lì proseguite oltre il rifugio sul sentiero in direzione Lacke (bella piattaforma panoramica con vista sull’altopiano) e Wankspitze. Il sentiero, all’inizio un po’ più ripido, conduce poi in cresta fino alla croce di vetta con un emozionante panorama a 360 gradi.

Hafelekarspitze

0.3 H
65 M 65 M
1.5 KM 1.5 KM
facile facile
Con gli impianti Nordkettenbahnen è possibile raggiungere l’Hafelekar, a 2.256 metri di quota, direttamente dal centro di Innsbruck. Dalla stazione d’arrivo un sentiero a buona percorribilità conduce sulla cima dell’Hafelekarspitze, da dove si spalancano panorami mozzafiato su due mondi molto diversi. Da un lato la vista spazia su Innsbruck e la Inntal spingendosi sulle montagne ancora più a sud, nell’altra direzione, invece, si estendono a perdita d’occhio le rocce dentellate del Karwendel, in una sorta di porta d’accesso al cuore delle Alpi. La salita alla croce di vetta dalla stazione d’arrivo non è molto impegnativa, ciononostante è indispensabile indossare calzature adatte.   

Itinerario in cresta nella Fotschertal (15)

9 H
1470 M 1.470 M
19 KM 19 KM
difficile difficile
Da Sellrain il percorso conduce attraverso i bellissimi prati della frazione Tanneben fino alla malga Schmalzgrubenalm, a 1.678 metri di quota. Da qui si prosegue fino a Salfein (Schönangerl) a 2.000 metri e, lungo la cresta Salfeinskamm tra le valli Senderstal e Fotschertal, si toccano quattro cime: Grieskogel (2.168 m), Breitschwemmkogel (2.264 m), Angerbergkopf (2.400 m) e Schafleger (2.405 m). Da qui le possibilità sono due: scendere alla Kreuzjöchl-Seealm e raggiungere la Potsdamer Hütte, oppure passare per la Furggesalm (1.938 m) scendendo all’Alpengasthof Bergheim.   Indispensabili per questo tour: buona forma fisica e resistenza!

Kögele Oberperfuss

3 H
819 M 819 M
13 KM 13 KM
facile facile
Con la cabinovia Peter-Anich-Gondelbahn I si sale comodamente da Oberperfuss a Stiglreith, a 1.360 metri, dove il ristorante panoramico invita a una sosta. Da lì è possibile proseguire con la nuova cabinovia a 8 posti Peter-Anich II fino al ristorante-rifugio Sulzstich, risparmiando così 40 minuti di camminata.  Iniziando la salita dallo Stiglreith si segue la strada forestale fino al Sulzstich, a 1.560 metri sul livello del mare. Il sentiero passa l’idilliaco lago artificiale e il ristorante Sulzstich, fino all’ultima curva sotto il rifugio Rosskogelhütte. Da lì si scorge già la malga Krimpenbachalm (non gestita), sotto il possente Rosskogel e alla sua sinistra il Kögele. Sulla sinistra della strada forestale si prende il sentiero in direzione Krimpenbachalm, seguendolo fino alla malga (1.918m): un paesaggio incantevole con un’ampia e meravigliosa vista. Si prosegue sulla malga seguendo le indicazioni per il Kögele (2.195m). Lì ci si gode una vista da sogno sulle numerose cime da 2000 e 3000 metri.  Per rientrare potete seguire la stessa strada o, in alternativa, prendere quella in direzione Meils sul sentiero n. 11, particolarmente bello durante la fioritura dei rododendri a giugno e luglio che vi porterà ad attraversare un mare di fiori in direzione della malga Krimpenbachalm passando vicini al piccolo lago Krimpenbachsee. Si prosegue sulla carrozzabile fino al passo Krimpenbachsattel (1.899m) e al rifugio tradizionale Rosskogelhütte (1.777m), famoso per la buona cucina e la meravigliosa terrazza-solarium. Discesa seguendo la strada forestale o il percorso dell’impianto di risalita, oltre il bacino artificiale, proseguendo sul sentiero Geisterwanderweg fino allo Stiglreith. Il parcheggio dello Stiglreith è a pagamento.  La strada panoramica per lo Stiglreith è chiusa alle auto dal 1 novembre al 31 marzo.

Alta via Peter-Anich-Höhensteig

11 H
1969 M 1.969 M
22.2 KM 22.2 KM
media media
Tempo di percorrenza: 8-9,5 ore  Questo sentiero d’alta quota collega le Stubaier Alpen settentrionali e porta l’escursionista a respirare l’emozione dell’altitudine. Prende il nome dal rappresentante più illustre di questa zona, il geografo Peter Anich. L’itinerario comincia nel suo paese natale, Oberperfuss, e ha come meta il rifugio Peter-Anich-Hütte a Rietz, con il suo incantevole paesaggio: situato a 1.900 metri di quota, offre un panorama esemplare delle Alpi. Da Oberperfuss, con circa un’ora di marcia si raggiunge la prima possibilità di ristoro e pernottamento. Dal parcheggio Stiglreith il percorso sale fino alla Rosskogelhütte, a quasi 1.800 metri di quota. Si prosegue poi fino alla sella Krimpenbachsattel (1.900 m) e alla malga Inziger Alm, dov’è possibile mangiare e pernottare. Una volta raggiunta la Inzinger Alm si avanza attraverso l’“Alpl” fino al punto più elevato del tour: il Rauher Kopf, 2.302 metri. Lungo il percorso si incontra poi la Flaurlinger Alm (1.600 m), un’ulteriore possibilità di ristoro e pernottamento. Da qui si prosegue e, superate la Oberhofer Galtalm e le rovine della Neuburger Hütte, si raggiunge la Pfaffenhofer Alm a 1.700 metri (anche qui possibilità di vitto e alloggio). Ormai manca solo un’ora alla Peter-Anich-Hütte, meta del tour e possibile punto di ristoro e pernottamento.  

Rangger Köpfl Oberperfuss

2.5 H
577 M 577 M
10 KM 10 KM
facile facile
Questa imponente montagna a circa 10 chilometri ad ovest di Innsbruck si distingue per la sua vetta a cupola ed è il punto di riferimento più importante per una zona escursionistica dal panorama paradisiaco. Con la cabinovia Peter-Anich-Gondelbahn I si sale comodamente da Oberperfuss a Stiglreith, a 1.360 metri, dove il ristorante panoramico invita a fare una sosta con squisite prelibatezze. Da lì è possibile proseguire con la nuova cabinovia a 8 posti Peter-Anich II fino al ristorante-rifugio Sulzstich e risparmiarsi 35 minuti di marcia.  Iniziando la salita dallo Stiglreith si segue la strada forestale fino allo Sulzstich (1.560 m.) e si passa per l’idilliaco lago artificiale e il ristorante Sulzstich, fino all’ultimo tornante sotto il rifugio Rosskogelhütte. Da lì si scorge già la malga Krimpenbachalm (non gestita), sotto il possente Rosskogel. Sulla sinistra della strada forestale si prende il sentiero in direzione Krimpenbachalm, seguendolo fino alla malga (1.918m): un paesaggio incantevole con un’ampia e meravigliosa vista.Da qui una strada forestale sale in leggera pendenza fino alla cima del Rangger Köpfl (19.39 m): godetevi la spettacolare visuale a 360 gradi sulle montagne circostanti! Qui il sentiero Alpenrosensteig, che si snoda tra i rododendri, devia: seguire le indicazioni in direzione nord-est. Il tracciato conduce in leggera discesa fino al pittoresco rifugio Rosskogelhütte, dove è d’obbligo concedersi un delizioso spuntino e ammirare il magnifico panorama sulle Alpi. A giugno e luglio in questo tratto si assiste alla fioritura dei rododendri.  Per rientrare al punto di partenza a Stiglreith, dalla Rosskogelhütte percorrere la strada carreggiabile oppure il panoramico sentiero lungo la pista da sci, superando il lago artificiale. Il parcheggio dello Stiglreith è a pagamento (monete). La strada per lo Stiglreith è chiusa dal 1° novembre al 31 marzo.  

Oberperfuss Rosskogel itinerario alpinistico attraverso la forcella Schartl

4 H
1248 M 1.248 M
15 KM 15 KM
media media
Sentiero 155 Stiglreith - Rosskogel. Questo itinerario alpinistico inizia presso il parcheggio di Stiglreith e si snoda lungo la strada carrabile o il tracciato dell’impianto di risalita fino al rifugio Rosskogelhütte prima e la malga Krimpenbachalm poi.  Infine, si attraversa la forcella Schartl per raggiungere la vetta del Rosskogel a 2649 metri di quota.

Oberperfuss - Rosskogel lungo la cresta settentrionale

4 H
1267 M 1.267 M
15 KM 15 KM
difficile difficile
Sentiero 155. Dalla sella Krimpenbachsattel (1.899 m) gli escursionisti più allenati, con esperienza alpinistica e senza vertigini possono risalire fino alla cima del Rosskogel lungo la cresta settentrionale.

Wetterkreuz

3.5 H
974 M 974 M
10.3 KM 10.3 KM
difficile difficile
Dal parcheggio un sentiero forestale passa oltre la barriera e porta verso il rifugio Straßberghaus. Al bivio poco prima del rifugio, si svolta a destra e si segue il sentiero Hintereggensteig. Il sentiero sale ripidamente fino ad un altro incrocio. Qui si gira a sinistra e si cammina in continui saliscendi fino a raggiungere la colonnina per il timbro. Da qui si svolta a destra nel Dengg'n-Edi-Gratlsteig e si segue il sentiero che sale relativamente ripido attraverso i pini mughi fino ad arrivare ad un breve tratto assicurato con funi. Poco dopo, al bivio, si prosegue dritti fino a raggiungere la croce della vetta (Wetterkreuz). Per il ritorno, si sceglie lo stesso percorso fatto per la Wetterkreuz. Al primo bivio si seguono le indicazioni per il rifugio Neue Alplhütte e si scende attraverso numerose serpentine. Infine si raggiunge l’alpeggio della Neue Alplhütte. La strada forestale riporta al rifugio Straßberghaus e poi al parcheggio.

Axamer Lizum - Rifugio Birgitzköpflhaus – Hoadlsattel

6 H
1092 M 1.092 M
11.4 KM 11.4 KM
difficile difficile
Escursione di montagna all’ombra delle imponenti vette del Kalkkögel. È possibile accorciare la salita e la discesa utilizzando la seggiovia Birgitzköpfllift o la funicolare “Olympia Express”.

Potsdamer Hütte-Roter Kogel-Lüsens(36)

7 H
1380 M 1.380 M
12.4 KM 12.4 KM
media media
Dal rifugio Potsdamerhütte, fino alla cresta del Kastengrat, lungo il monte Wiedersberg fino alla cima Roter Kogel, attraverso il Sömen, il pianoro Gallwieser Hochleger per proseguire fino a Praxmar o Lüsens toccando la malga Aflinger Alm.

Brandjochkreuz dalla Seegrube

680 M 680 M
13.6 KM 13.6 KM
media media
Bellissimo itinerario in montagna con salita facilitata grazie agli impianti delle Nordkettenbahnen. Il panoramico sentiero d’alta quota conduce verso il rifugio Achselbodenhütte e più avanti sale in forte pendenza fino alla croce del Brandjochkreuz. Questa cima, prospiciente rispetto al Vorderer Brandjoch, offre una vista magnifica sulla Inntal, su Innsbruck e fino nella Wipptal.  

Tour in vetta: Nockspitze

1.5 H
366 M 366 M
1.6 KM 1.6 KM
media media
La più facile escursione in vetta nell’area escursionistica della malga Muttereralm è la gita dal Birgitzköpflhaus alla Nockspitze (2.404m). Raggiungibile a piedi o con la seggiovia dal parcheggio dell’Axamer Lizum. In cima si gode di una vista da favola, per esempio ammirando il sole che sorge sulla Inntal. 

Vetta del Simmering

0.8 H
264 M 264 M
1.5 KM 1.5 KM
media media
Partendo dalla malga Simmeringalm si cammina prima attraverso dolci alpeggi facendo attenzione ai segnavia a terra. Successivamente l’escursione porta attraverso un terreno roccioso fino a raggiungere la vetta.  

Tour con arrivo in vetta: Gacher Blick

3 H
1052 M 1.052 M
6.5 KM 6.5 KM
difficile difficile
Dal parcheggio, superata la barriera, si segue la strada sterrata in direzione Stöttlalm. Prima di raggiungerla, al bivio proseguire per il bosco verso il ponte Boasligbrücke su una comoda sterrata in tornanti, guadagnando un po’ di dislivello. All’altezza del ponte proseguire sul sentiero Pfarrer-Kathrein-Steig in direzione Henneberg e, su un variegato sentiero relativamente ripido, salire fino al Gacher Blick. Da qui si gode di un eccezionale panorama d’alta quota e di una visuale mozzafiato sulla sottostante gola Judenklamm.  

Handschuhspitze

4 H
1136 M 1.136 M
6.5 KM 6.5 KM
difficile difficile

Tour con arrivo in vetta: Hohe Munde

5 H
1601 M 1.601 M
13 KM 13 KM
difficile difficile
La salita per la Hohe Munde comincia dal parcheggio Straßberg e conduce inizialmente alla Straßberghaus (1.191 m). L’iniziale carrareccia diventa poi sentiero che sale in tornanti attraverso fitti pini mughi fino alla Niedere Munde (2.059 m, tempo di percorrenza: ca. 2,5 ore). Da qui si prosegue verso est superando due rilievi coperti di mughi e seguendo una lunga dorsale in direzione della cima. Si continua attraverso la Rahues Tal, dove bisogna superare in arrampicata alcuni tratti assicurati con fune metallica. Dopodiché si raggiunge l’imponente base della cima e la croce di vetta del Westgipfel (2.662 m, tempo di percorrenza: ulteriori 2,5 ore).  Dal Westgipfel si segue il sentiero segnato verso est, attraverso gradoni, che scende in un avvallamento. Dopo un breve tratto in contropendenza fino a un pianoro si raggiunge infine l’Ostgipfel (2.059 m, tempo di percorrenza: ca. 30 minuti). A questo punto si scende lungo il ripido fianco orientale della montagna fino al rifugio Rauthhütte (1.605 m, tempo di percorrenza: 2 ore). Dalla Rauthhütte un sentiero ricco di radici scende per il bosco fino al parcheggio nei pressi di Buchen (1.193 m, tempo di percorrenza: 1 ora).  

Tour in vetta: Narrenkopf

2 H
778 M 778 M
2.7 KM 2.7 KM
media media
Dietro la malga Pfaffenhofer Alm seguire le indicazioni per “Narrenkopf”. Il percorso conduce inizialmente a sinistra del letto del torrente risalendo il ripido pendio fino alla soglia del circo glaciale. Seguire le indicazioni e i segnavia fino alla fine della conca, dopodiché avanzare verso destra in tornanti fino al passo e, sempre tenendo la destra, raggiungere infine la cima del Narrenkopf. Sul Narrenkopf si trovano due croci di vetta: quella originale è quella più posteriore, collocata sul punto più elevato.

Gleirschspitze e Hafelekarspitze

550 M 550 M
3.8 KM 3.8 KM
difficile difficile
Con l’aiuto degli impianti di risalita delle Innsbrucker Nordkettenbahnen si raggiunge rapidamente il punto di partenza dell’itinerario con il suo magnifico panorama. Si parte imboccando il sentiero Goetheweg fino alla Gleirschspitze. La vista dalla bella croce di vetta è meravigliosa: a nord le cime principali del Karwendel, a est la Rumerspitze e la bassa Inntal, a sud e sud-ovest le Alpi di Tux, dello Stubai e la città di Innsbruck.

Haggen - Seejoch (47)

3.5 H
1135 M 1.135 M
4.2 KM 4.2 KM
media media
Da Haggen si segue il sentiero che porta sul Sonnberg. Attraverso i pascoli di montagna si procede verso il passo Seejoch fino al laghetto Rossgrubensee. Al di sotto della parete Haggener Wand e della Peider Wand si raggiunge la forcella a 2.591 m di quota. Da lì, lungo la cresta si risale sulla vetta dove si possono ammirare le Alpi del Karwendel e dello Stubai. Ritorno come all’andata.

Hungerburg – Brandjochkreuz – Sadrach

4.5 H
1738 M 1.738 M
15.4 KM 15.4 KM
difficile difficile
Magnifico itinerario ad anello sopra Innsbruck. Tecnicamente non molto difficile, questo tour richiede però buona forma fisica, specialmente per affrontare la ripida salita dal Brandjochboden alla vetta. Il tracciato porta l’escursionista alla scoperta dei pendii della Nordkette, offrendogli una splendida visuale sugli aspri paesaggi del Karwendel. Il percorso termina a Sadrach, quartiere di Innsbruck, da dove è possibile proseguire con i mezzi pubblici.   

Malga Juifenalm-Sömen-Roter Kogel (25b)

3.8 H
855 M 855 M
4.1 KM 4.1 KM
media media
Dal parcheggio di Juifenau si risale dapprima alla malga Juifenalm, per proseguire, poi, fino al Sömen e al Roter Kogel.

Juifenalm-Windegg (25)

4 H
1150 M 1.150 M
6 KM 6 KM
media media
La larga strada forestale che porta alla malga Juifenalm, si dirama sulla sinistra dalla strada provinciale di Praxmar dopo Juifenau nei pressi di “Hochegg”. La malga Juifenalm è anche un punto di partenza per escursioni sul Fotscher Windegg.

Kühtai - Finstertaler Scharte - Finstertaler Schartenkogel

3 H
876 M 876 M
6 KM 6 KM
media media
Salire fino alla diga del bacino artificiale della Finstertal partendo dal punto di informazione turistica, passando per Wiesberg/rifugio Drei-Seen-Hütte (1 ora e ¼) oppure dall’Hotel Astoria attraverso la valle Finstertal (1 ora e ½). Da lì si prosegue sul sentiero del club alpino AV146 lungo il lago artificiale fino alla fine del bacino. All’inizio della salita per il Sulzkogel trovate sulla sinistra la strada per la forcella Finstertaler Scharte (AV146), che raggiungerete in un’ora e mezzo. Da lì potete salire alla vetta. 

Kühtai - Gaiskogel

3 H
808 M 808 M
5.5 KM 5.5 KM
difficile difficile
Il sentiero comincia dietro la Wiesberghaus, di fronte all’Ufficio turistico di Kühtai, e si snoda verso est in leggera salita fino al lago Hirschebensee. Da qui si prosegue in maggiore pendenza fino al lago Mittlerer Plenderlessee, si passa poi sotto la linea della seggiovia e, superato il rifugio Drei-Seen-Hütte, si prosegue verso la stazione d’arrivo dell’impianto. Davanti alle barriere protettive della pista, a destra parte il sentiero segnato che fiancheggiando l’Oberer Plenderlessee conduce sul Gaiskogel. Attraversati i ghiaioni si raggiunge la forcella e, da qui, in 30 minuti di marcia si arriva in vetta.

Kühtai – Kraspesspitze

4 H
1016 M 1.016 M
7 KM 7 KM
media media
Dall’ufficio turistico, passando per Wiesberg/rifugio Drei-Seen-Hütte o per l’Hotel Astoria, salire per la Finstertal fino alla diga dell’omonimo lago artificiale. Da qui si prosegue sul sentiero AV146 lungo le sponde fino alla fine del lago. All’inizio della salita per il Sulzkogel, svoltare a sinistra salendo verso la forcella Finstertaler Scharte (AV146). Sulla forcella prendere a sinistra il sentiero, ben segnato con punti rossi, fino alla cima del Kraspesspitze.

Kühtai - Pirchkogel

2.5 H
800 M 800 M
3.5 KM 3.5 KM
media media
Dietro l’ufficio turistico superare il “Babylift” e salire lungo il ruscello Stocktaler Bach, attraversandolo sul ponte di legno all’altezza del bacino idrico recintato. Seguire il sentiero segnato fino alla traccia dello skilift inferiore, dove si incrocia il sentiero AV151. Seguire il sentiero che sale attraverso gli Stockacher Böden, sotto le Irzwände, lungo la linea dello skilift superiore e, più avanti, attraverso i ghiaioni che portano alla cima.

Kühtai – Pirchkogel – Marlstein

3.5 H
1151 M 1.151 M
14.9 KM 14.9 KM
media media
Dietro l’Ufficio turistico superare il “Babylift” e salire lungo il ruscello Stocktaler Bach, attraversandolo sul ponte di legno all’altezza del bacino idrico recintato. Seguire poi il sentiero segnato fino alla traccia dello skilift, dove si incrocia il sentiero AV151. Seguire il sentiero che sale attraverso i Stockacher Böden, sotto le Irzwände, lungo la linea dello skilift e, più avanti, attraverso i ghiaioni che portano alla cima. La discesa avviene verso ovest sull’AV151 fino al bivio all’altezza dei Feldringer Böden. Da qui proseguire verso Marlstein. Superata Mareil, recuperare dislivello lungo il sentiero Kaiser-Franz-Josef-Weg fino allo Jagdschloss Kühtai e, da qui, seguire la strada fino all’Ufficio turistico.

Kühtai - Pockkogel

3 H
787 M 787 M
4.3 KM 4.3 KM
media media
Di fronte all’ufficio informazioni si imbocca il sentiero segnato che, passando per il Wiesberg, porta fino al rifugio Drei-Seen-Hütte. Da qui si prosegue fino alla diga del lago artificiale della Finstertal. Sopra il lago, tenersi sul sentiero inferiore per circa 300 metri fino al bivio: qui piegare a sinistra sul sentiero (indicazione: P.K.) che sale al Pockkogel. Lo si percorre fino alla sella Steintalsattel e da qui, in meno di mezz'ora, si raggiunge la cima.  

Kühtai - Sulzkogel

4 H
1020 M 1.020 M
6.3 KM 6.3 KM
media media
Chi riesce a portare a termine questo itinerario viene premiato con un Tremila! A Kühtai, superato l’Hotel Astoria, ci si inoltra nella Finstertal fino alla diga dell’omonimo lago artificiale. Da qui si prosegue sul sentiero AV146 fino alla fine del lago. Al bivio per la forcella Finstertaler Scharte si avanza dritti, su sentiero segnato, lungo il Gamezkogelferner, fino a raggiungere la forcella. Da qui si sale in maggiore pendenza, su placche, fino alla cima.

Neunerkogel

2.5 H
622 M 622 M
5.4 KM 5.4 KM
media media
Passando per il lago Hirschebensee e il rifugio Drei-Seen-Hütte si raggiunge il bacino artificiale di Finstertal. Da lì si risale fino allo spazio espositivo “Sperrenhaus” a sinistra del quale parte un sentiero (contrassegnato dalle lettere N.K. su un blocco di roccia) che porta in vetta al Neunerkogel.

Patscherkofel - vetta

1.5 H
290 M 290 M
6 KM 6 KM
facile facile
Sentiero panoramico di facile percorrenza che porta dalla stazione a monte del Patscherkofel (rifugio e Patscherkofel Lounge) fino al rifugio in vetta Gipfelstube (2.248 m) con vista panoramica mozzafiato. Ritorno lungo lo stesso percorso.  

Pfriemeswand und Zwölferspitze

3.8 H
578 M 578 M
8 KM 8 KM
media media
Questa escursione in montagna vi porta a Pfriemeswand, Zwöflerspitze e Birgitzköpfl, tre splendide destinazioni in cima. Con l'aiuto della cabinovia Muttereralm, questo tour in montagna è un piacere anche per le famiglie con bambini dai piedi sicuri. Nel bellissimo paesaggio del Kalkkkögel si gode di una vista impressionante fino alla valle dell'Inn e al capoluogo di provincia Innsbruck. Rinfreschi: ristorante di montagna Mutterer Alm, Birgitzköpflhaus, Birgitzer Alm, Götzner Alm, Götzner Alm.

Praxmar - Freihut (30)

5.5 H
920 M 920 M
9.7 KM 9.7 KM
media media
Da Praxmar procedere verso nord, inizialmente lungo la strada di servizio asfaltata della TIWAG. Proseguire su un sentiero che sale nel bosco, continuando poi lungo la dorsale. Giunti a 2.000 metri di quota immettersi nella valle Schöntal, superando la malga Rözer Grüblalm, dopodiché svoltare verso nord nell’avvallamento. Fino a questo punto la salita dura due ore buone, se non qualcosa di più. Salire poi in tornanti verso nord-ovest fino sulla cresta e seguirne l’andamento mantenendo quasi sempre la stessa quota. Raggiungere infine la croce di vetta del Freihut con il suo bel panorama a 360 gradi.  

Praxmar - Lampsenspitze (144/144a)

3.5 H
1179 M 1.179 M
4.6 KM 4.6 KM
media media
Da Praxmar si risale abbastanza ripidamente attraverso l’alpeggio in direzione ovest. Attraverso il Schönbichl si raggiunge il passo Satteljoch a 2.737 metri di quota. Non proseguite dritti sul sentiero n. 144, ma a DESTRA, in salita, lungo il sentiero n. 144 a. Questo tratto non è particolarmente difficile e vi porta sulla vetta da cui si gode di una magnifica vista panoramica a tutto tondo.

Praxmar - Oberstkogel (32a)

3 H
1047 M 1.047 M
4.2 KM 4.2 KM
media media
Seguire il sentiero n. 32 come per il percorso dello Zischgeles fino alla biforcazione (segnaletica). Questo tratto si può percorrere in due ore circa. Infine, risalire a destra sulla dorsale orientale per raggiungere la croce della vetta lungo un percorso ricco di tornanti.

Praxmar – Roter Kogel (119)

3.5 H
1235 M 1.235 M
5.1 KM 5.1 KM
media media
Da Praxmar scendere verso valle, attraversare il torrente Melach e seguire poi per un breve tratto la Lüsener Straße verso sud. Poi deviare a sinistra, verso est (cartello). Il sentiero sale nel bosco, superando poi le malghe non gestite Gallwieser Alm e Aflinger Alm. Dieci minuti a monte della Aflinger Alm si piega verso sud-est in direzione del Gallwieser Hochleger. Appena prima, svoltare a sinistra e salire in tornanti lungo una piccola dorsale fino a Sömen. Infine, seguire verso sud la cresta fino alla croce di vetta, da dove si gode di uno spettacolare panorama a 360 gradi.  La discesa avviene lungo lo stesso percorso oppure scendendo verso est fino alla Potsdamer Hütte nella Fotschertal (2.009 metri).

Praxmar - Zischgeles (31)

4 H
1320 M 1.320 M
5.2 KM 5.2 KM
media media
Da Praxmar si avanza verso sud-ovest sul sentiero che sale a nord del torrente Moarlerbach fino al Kamplloch (2 ore). Qui si piega verso nord salendo in ripidi tornanti fino alla sella Sattelloch. Attraverso questo avvallamento si sale a destra, verso sud-ovest, fino alla cresta settentrionale. Dopodiché si procede attraverso blocchi di roccia fino alla cima dello Zischgeles (in inverno, itinerario scialpinistico molto apprezzato).

Praxmar - Zischgeles (32)

4 H
1320 M 1.320 M
5.2 KM 5.2 KM
media media
A Praxmar, dalla stazione di partenza degli impianti abbandonati, salire verso sud-ovest, superare la malga Schefalm e raggiungere il Köllenzaiger (ometto, 2.226 metri di quota). Tempo di percorrenza fino a questo punto: circa un’ora e mezza. Si prosegue quindi verso sud sul sentiero che sale ai tre Zaiger e alla dorsale orientale, che scende dall’Oberstkogel. Dal bivio si avanza verso sud-ovest in direzione Oberstkogel (cartello) su un sentierino che gira attorno all’Oberstkogel tagliando ripidi pendii erbosi. Si continua a salire e, raggiunta la cresta orientale, la si percorre fino alla cima dello Zischgeles.

Rietzer Grieskogel

3 H
950 M 950 M
5.1 KM 5.1 KM
media media
Il primo tratto della salita avviene sul sentiero AV152 finché, dopo circa 1 ora e mezza, si raggiunge il bivio per il Kreuzjoch. Qui ci si tiene a destra seguendo il sentiero AV153, che attraversa gli Zirmbacher Narrenböden fino alla cresta (con cartello). Tempo di marcia fino a questo punto: circa 2 ore e mezza. Dopodiché si prosegue verso destra lungo la cresta, tra torrioni di roccia: dopo 30 minuti si raggiunge la cima.

Rosskogel, 2.646 m (AV155)

4 H
1448 M 1.448 M
4.6 KM 4.6 KM
media media
Dalla chiesa di Gries avanzare per 200 metri fino al bivio e imboccare il sentiero Heuriesenweg salendo verso nord in ripidi tornanti, inizialmente nel bosco, fino ai prati Sonnbergmähder. Da qui, su un sentiero dapprima piuttosto comodo e più avanti ripido, proseguire attraverso Hirscheben fino alla cima del Rosskogel con i suoi spettacolari panorami a tuttotondo sulle Alpi calcaree tirolesi, la Inntal e le Stubaier Voralpen, Ötztaler Voralpen e Tuxer Voralpen. La discesa avviene lungo lo stesso percorso oppure, passando per il Kögele, sul tracciato che porta a St. Quirin e Sellrain (n° 11).

Kühtai - Faltegartenköpfl

3.5 H
450 M 450 M
4 KM 4 KM
media media
L’itinerario comincia dall’Ufficio turistico di Kühtai. Inizialmente si scende lungo il sentiero Kaiser-Franz-Josef-Weg fino a Mareil e a Marlstein. Qui si può scegliere tra la comoda forestale o il sentiero, più bello, che in 45 minuti di marcia nel bosco porta alla croce Grünwaslkreuz. Al bivio la forestale devia verso destra, mentre il sentiero (AV151) comincia dietro la fattoria, attraversa un prato ripido e si inoltra poi nel bosco (da qui in avanti ben segnato). Una volta arrivati alla Grünwaslkreuz, si seguono le indicazioni per il Faltegartenköpfl, raggiungibile dopo altri 30 minuti. Il rientro avviene lungo lo stesso percorso.  

St. Quirin - Rosskogel (11)

4 H
1387 M 1.387 M
6.2 KM 6.2 KM
difficile difficile
Partendo dalla chiesetta di montagna di St. Quirin ci si dirige al Rosskogel passando per Meils. Grazie alla bellezza del paesaggio e alla spettacolare vista a 360° questo tour è molto apprezzato sia dagli ospiti che dagli abitanti del luogo. L’itinerario si snoda principalmente lungo il versante soleggiato, si consiglia, pertanto, di iniziare l’escursione nelle prime ore del mattino.

St. Sigmund - Freihut (45)

3 H
1095 M 1.095 M
4 KM 4 KM
media media
Da St. Sigmund nella valle Gleirschtal. Dalla malga Gleirschalm si risale rapidamente a sinistra per raggiungere la vetta di questa montagna panoramica.

St. Sigmund - Mute (46)

2.5 H
881 M 881 M
3 KM 3 KM
media media
Da St. Sigmund nella Gleirschtal fino a prima del ponte. Senza attraversare il ponte si prosegue sulla sponda sinistra del ruscello fino a incontrare i casolari Gleirschhöfe. Sempre restando sul sentiero a destra, si risale ripidamente fino alla vetta Mute (Mut).

Wetterkreuzkogel

2.5 H
825 M 825 M
4.5 KM 4.5 KM
media media
Passando per la malga Obere Issalm, di cui si scorge ancora parte delle fondamenta, si attraversa la selvaggia Wörgetal fino al Wetterkreuzkogel.

Wetterkreuzkogel - Bielefelder Hütte

2.5 H
1044 M 1.044 M
12 KM 12 KM
media media
Passando per la malga Obere Issalm, di cui si scorge ancora parte delle fondamenta, si attraversa la selvaggia Wörgetal fino al Wetterkreuzkogel. Si prosegue verso nord-ovest fino al rifugio Bielefelder Hütte e si rientra passando per la Balbach Sennhütte.

Zirmbachalm - Rietzer Grieskogel

3.5 H
1041 M 1.041 M
5.5 KM 5.5 KM
media media
Dalla malga Zirmbachalm imboccare il sentiero AV153 fino al bivio per il Kreuzjoch. Qui tenersi a destra e seguire l’AV153 attraversando i Narrenböden fino alla cresta (con cartello). Tempo di percorrenza fino a questo punto: circa 3 ore. Dopodiché si prosegue verso destra lungo la cresta, tra torrioni di roccia: dopo mezz'ora si raggiunge la cima.
  • 1
unlimited