Teaser schließen

Tutta Innsbruck

in una mano

Innsbruck App per iPhone e Android

Download Button for Android
Download for Apple
Teaser schließen

oggi

Pomeriggio
3°C
80% Soleggiato
1100m
zero termico
Pomeriggio 3°C

Martedì

Martedì
0°C
30% Soleggiato
600m
zero termico

Mercoledì

Mercoledì
0°C
10% Soleggiato
500m
zero termico

Previsioni

L`influsso dell`alta pressione si rinforzerà, ma prima che il sole si potrà affermare dovrà combattere contro le nuvole della perturbazione passata. Ma vincerà senza difficoltà e dopo una mattina nuvolosa sarà sereno già prima del mezzogiorno.

Tendenza

Martedì seguirà una nuova perturbazione. Mercoledì e giovedì si avranno nubi alcuni rovesci.

Durante la settimana diventerà invece più freddo e si avvicinerà un fronte freddo !

Panorama Webcams in Innsbruck and its regions

Teaser schließen

Avete bisogno d'aiuto? Contattateci!

Ufficio territorale Zirl


lun - ven ore 9.00 - 12.00
e ore 15.00 - 18.00

Ufficio di turismo Rum


lun - ven ore 8.00 - 12.30

La leggendaria parete Martinswand

Area naturale protetta, paradiso dell’arrampicata e oggetto di leggende

Una parete di roccia alta più di 600 metri. Non passa inosservata e connota in modo caratteristico l'immagine visiva di Kematen – nonostante la maestosa Martinswand si trovi effettivamente nel territorio di Zirl. Da sempre questa ripidissima parete di roccia offre molti spunti per miti e leggende – e agli appassionati di arrampicata offre un terreno ideale, che può essere conquistato con un’impegnativa salita in due tranche con possibilità di traversata presso la grotta e vie di arrampicata sportiva ai piedi della parete. Secondo la leggenda, anche l’imperatore Massimiliano I ha cercato –piuttosto involontariamente- di conquistarla. Vi era giunto nel corso di una battuta di caccia al camoscio e cercò –affaticato dalla salita- rifugio in una grotta. Lì fu salvato da un giovane contadino –alcune leggende dicono sia stato, invece, un angelo. La “grotta dell’Imperatore Massimiliano”, com’è denominata da allora, esiste ancor oggi ed è visitabile.

Arrampicata sulla Martinswand

Questa ripida parete rocciosa è attraversata da impegnativi percorsi per l'arrampicata. Lo scalatore viene premiato con una magnifica vista panoramica sulle vette del Kalkögel e su quelle di molte altre montagne. La salita è divertente anche per gli appassionati di arrampicata allenati. Qui è possibile mettere in pratica le proprie conoscenze alpinistiche e scalare la montagna a diretto contatto con la falesia.  Chi visita Innsbruck e le sue regioni trova il posto adatto per praticare l'arrampicata sia su vie ferrate assicurate che su vie di arrampicata libera.

Gli umori dell’Imperatore e la storia controversa del toponimo

Torniamo alla storia dell'Imperatore Max, che amava far festa nei villaggi vicini alla parete Martinswand. Zirl e Martinsbühel erano, per così dire, le "party location" imperiali. Ma anche nel vicino villaggio di Kematen l’imperatore lasciò la sua impronta. Massimiliano I si trovava talmente bene in questo luogo incantevole che amava celebrarvi delle feste. Oggi, a ricordare l’imperatore, restano due ceste di grano utilizzate per conservare le “decime”, un’imposta medievale in natura.

Il bel panorama sulla fatidica Martinswand contribuiva sicuramente a rafforzare il suo attaccamento a Kematen. Si dice che la località porti il nome di Kematen proprio grazie a lui. Secondo la leggenda, il toponimo deriverebbe dall’Imperatore, che, salito sulla Martinswand e in attesa di  soccorsi, gridò: "Wenn sie decht nur kematen!", che significa: "Se soltanto arrivassero!" Chi non crede a questa storia può rifarsi alla derivazione latina del toponimo: “Kematen” che deriva dal latino "caminata", e significa “stanza riscaldata”.



  • Deutsch
    English
    Français
    Español
    Nederlands
    русский
    中文(简体)
    Polski