Attrazioni prive di barriere architettoniche

Con il nostro filtro potete trovare luoghi di interesse accessibili con sedia a rotelle e per persone con ridotta mobilità.

24 risultati
Share on Facebook
Share on Facebook

Colonna di Sant'Anna

La Colonna di Sant'Anna, nel cuore della Maria-Theresien-Straße, fu eretta per ringraziare della liberazione dalle truppe bavaresi nel giorno di Sant'Anna (26 luglio) del 1703. In cima alla colonna corinzia di marmo rosso troneggia una statua della Maria Immacolata su una mezzaluna. Sul basamento si possono ammirare le statue di San Cassiano, San Vigilio, San Giorgio e Sant'Anna, realizzati dallo scultore trentino Cristoforo Benedetti.   Dalla Colonna di Sant'Anna ritorniamo verso nord nel centro storico e attraverso la Herzog-Friedrich-Straße ci indirizziamo verso il Tettuccio d'Oro dove svoltiamo a destra nella Hofgasse. Al termine passiamo attraverso l'arco dell'antica Wappenturm (torre araldica) e attraverso la vecchia porta della città per raggiungere la Hofkirche, la Chiesa di Corte.
Share on Facebook
Share on Facebook

Duomo di S. Giacomo

Il portone del Duomo è raggiungibile attraverso una rampa di metallo che ha una pendenza di poco superiore ai 6 gradi. Come spesso nel caso delle chiese, le porte d'ingresso sono molto pesanti, ma l'accesso è idoneo per i disabili in sedia a rotelle.   Il Duomo, sfarzosamente barocco, è stato edificato tra il 1717 e il 1724 sulle fondamenta di chiese più antiche. Sull'altare principale si trova la famosa raffigurazione di "Maria Ausiliatrice" di Lukas Cranach il Vecchio, gli affreschi sul soffitto e gli stucchi sono opera dei fratelli Asam. Dalla torre a nord del Duomo rintocca ogni giorno alle 12.12 il carillon della pace di Innsbruck. Il sepolcro dell'Arciduca Massimiliano III, Gran Maestro dell'Ordine Teutonico, fu installato già nel 1629 all'interno della costruzione precedente. Si prega di sospendere le visite e di non scattare fotografie durante le funzioni religiose.   Partendo dal Duomo ci dirigiamo verso sinistra sulla Pfarrgasse, allo sbocco della quale, sulla destra, si trova la piazza del Tettuccio d'Oro.
Share on Facebook
Share on Facebook

Tettuccio d'Oro

Per accedere al Museo del Tettuccio d'Oro è necessario telefonare (tel.  581 111) o pregare il nostro accompagnatore di avvertire il personale di cassa al secondo piano, affinché venga qualcuno ad aprire le porte d'ingresso dell'ascensore, collocato nella Pfarrgasse, che ci porta comodamente nel museo. Lì è situato un bagno per disabili.   Il Tettuccio d'Oro, emblema di Innsbruck, è nel cuore del centro medievale. L'Imperatore Massimiliano I fece edificare sulla vecchia residenza del Duca Federico IV questa pregiata loggia, il cui tetto è ricoperto da 2657 scandole in rame dorato. Dei rilievi in pietra raffigurano la prima moglie di Massimiliano, Maria di Borgogna e la seconda moglie Bianca Maria Sforza di Milano tra danzatori e acrobati. Il Tettuccio d'Oro ospita il museo omonimo (con vista dalla loggia!), all'interno del quale viene presentata l'epoca di Massimiliano e mostrato un filmato di un quarto d'ora molto interessante sulla vita dell'imperatore; è, inoltre, sede del "segretariato permanente" della Convenzione delle Alpi.   Lasciandoci alle spalle il Tettuccio d'Oro, possiamo procedere verso sud lungo la Herzog-Friedrich-Straße e ammirare sulla sinistra la torre civica medievale che è accessibile soltanto attraverso 148 scalini e non è servita da un ascensore.
Share on Facebook
Share on Facebook

Casa Helbling senza barriere

La costruzione tardo-medievale, nella quale Sebastian Helbling gestiva il suo caffè nel XIX secolo, fu decorata nel 1730 da Anton Gigl con degli splendidi stucchi sulla facciata. Foglie d’acanto, cascate di frutta, conchiglie, putti, maschere e molto altro ancora, spiccano sulle pareti e sui bovindi, ammaliando gli spettatori in un’estensione artistica che va dal primo al quarto piano, fino alla grande cuspide barocca.   Proseguiamo lungo la Herzog-Friedrich-Straße verso ovest per raggiungere il ponte sull'Inn e troviamo sul lato sinistro la locanda "Goldener Adler" dalle pareti riccamente affrescate.
Share on Facebook
Share on Facebook

Palazzo Imperiale

La Hofburg (tel. 587 186-12) è raggiungibile attraverso il cortile interno. Di fronte al Café Sacher è situata una piccola rampa che conduce a un campanello su cui è riportato il pittogramma di una sedia a rotelle. Suonate il campanello. La porta vi sarà aperta e un servoscala per disabili vi permetterà di raggiungere l'atrio, da dove si può prendere un ascensore per visitare le sale espositive. Sono disponibili due bagni per disabili. Gli spazi da visitare non presentano barriere architettoniche.   Il palazzo imperiale, realizzato alla fine del XV secolo, fu poi ristrutturato da Maria Teresa e trasformato in una monumentale residenza del tardo-barocco. Tra le sale arredate con mobili e dipinti pregiatissimi troviamo anche la "Riesensaal", la sala dei giganti, che viene considerata la sala delle feste e delle cerimonie più sfarzosa della regione alpina e che ci trasporta ai tempi della vita di corte. Dal novembre del 2007 il Palazzo imperiale ospita anche il museo dell'Alpenverein, ovvero del club alpino.   Partendo dalla Hofburg si procede verso nord per raggiungere il Duomo di Innsbruck. Costeggiando il lato a sud del Duomo si raggiunge il portone principale che si affaccia sul piazzale.
Share on Facebook
Share on Facebook

La Chiesa di Corte

Per accedere alla Chiesa di Corte il vostro accompagnatore dovrà avvertire il personale di cassa dell'adiacente Museo d’Arte Popolare Tirolese oppure dovrete telefonare (tel. 59489-510) per farvi aprire il portone della chiesa che, normalmente, è aperto soltanto durante le funzioni religiose. Questa porta è raggiungibile attraverso una rampa piana che permette di accedere direttamente con la sedia a rotelle alla chiesa dove si trova il cenotafio dell'Imperatore Massimiliano.   Gli spazi della chiesa sono facilmente agibili per disabili su sedia a rotelle. Attraverso una rampa si raggiunge il cortile interno, dove si trova il silenzioso giardino del monastero che di tanto in tanto ospita qualche manifestazione.   Nella Chiesa di Corte si trova lo straordinario monumento sepolcrale di Massimiliano I, personaggio storico che caratterizzò fortemente Innsbruck, ma le cui spoglie sono conservate nella città di Wiener Neustadt. Trent'anni dopo la morte di Massimiliano furono completate 28 statue colossali di bronzo, realizzate da artisti importanti come Albrecht Dürer. Queste statue non furono portate a Wiener Neustadt, ma restarono a Innsbruck, dove furono collocate nella Chiesa di Corte, realizzata tra il 1553 e il 1563. Nella Cappella d'Argento della Chiesa di Corte sono tumulate le salme dell'arciduca Ferdinando II e della sua moglie morganatica Philippine Welser. Le spoglie di Andreas Hofer furono portate nel 1823 da Mantova a Innsbruck e tumulate nella Chiesa di Corte.   Attualmente il Museo d’Arte Popolare Tirolese non è privo di barriere architettoniche, ma per l'anno prossimo sono in programma lavori di ristrutturazione. Si consiglia di uscire dal cortile interno tramite l'ingresso del Museo d’Arte Popolare Tirolese. (Attenzione: vicino alla porta si trova uno scalino di circa 15 cm)   Ora attraversiamo la strada davanti alla Chiesa di Corte e raggiungiamo la Fontana di Leopoldo che si trova di fronte al Palazzo Imperiale.
Share on Facebook
Share on Facebook

Ottoburg

L’Ottoburg, con le sue mura ricoperte di vite selvatica, fu costruito nel XV secolo su ordine dell’imperatore Massimiliano I presso le antiche mura cittadine all'altezza dell'antica fortezza dei Conti di Andechs. Da ormai lungo tempo l’Ottoburg ospita una ben gestita trattoria con degustazione di vini.   A destra dell’Ottoburg troviamo l'edificio denominato "Claudiana".
Share on Facebook
Share on Facebook

Palais Claudiana

Con il nome di Claudiana, in onore alla principessa Claudia de' Medici, viene indicata la vecchia sede della Regione Tirolo. Questo edificio fu ristrutturato nel XVII secolo sotto il suo regime e vi venne realizzata una sala con uno sfarzoso soffitto a cassettoni rinascimentale, accessibile al pubblico durante determinate manifestazioni. I volti ritratti di principi e principesse riprendono le effigie del cenotafio di Massimiliano nella Chiesa imperiale. Se entriamo nella Claudiana attraverso l'ingresso di sinistra, o ancora meglio di destra, arriviamo in un cortile interno. In fondo al cortile si trova un ingresso al museo civico (tel. 587 380) accessibile ai disabili su sedia a rotelle. Lì c'è un ascensore con il quale si può raggiungere il piano rialzato del museo civico.
Share on Facebook
Share on Facebook

Il Museo civico e l'archivio comunale

L'ingresso per disabili del museo civico (tel. 587 380) è situato sull'entrata posteriore, raggiungibile dalla Herzog-Friedrich-Straße passando attraverso la Claudiana. Lì c'è un ascensore con il quale si può raggiungere il piano rialzato del museo civico. Attraverso i documenti dell'archivio comunale, il museo civico rivela nella sua mostra permanente degli aspetti della storia cittadina. Le particolarità di Innsbruck vengono spiegate attraverso specifiche tematiche, fra le quali: posizione, fondazione della città, residenza del principato, sviluppo cittadino, traffico, salute, cultura, sport, turismo, commercio, attività economiche, approvvigionamento d’acqua e storia contemporanea. Numerosi dipinti di importanti artisti tirolesi, cartine della città, immagini panoramiche, fotografie storiche, rarità, documenti medievali, poster e cartoline aprono scorci variegati e informativi sulla vita della città e i suoi abitanti.   Dopo aver lasciato il museo civico con l'ascensore dell'ingresso posteriore, torniamo attraverso l'edificio Claudiana nella Herzog-Friedrich-Straße.   Proseguiamo diritto attraverso la Kiebachgasse, al termine della quale svoltiamo a sinistra e passiamo attraverso un arco medievale per raggiungere la Maria-Theresien-Straße.  Subito a destra, all'imbocco della Maria-Theresien-Straße, troviamo la chiesa Spitalskirche, non accessibile ai disabili su sedia a rotelle. 
Share on Facebook
Share on Facebook

Torre civica (non) senza barriere

La torre civica fu eretta tra il 1442 e il 1450 come torre municipale ben visibile da lontano e coronata un secolo più tardi dalla cupola. Fino agli anni Sessanta del XX secolo, vi si trovava l'appartamento della guardia della torre.   Se volgiamo lo sguardo a destra, sempre con il Tettuccio d’Oro alle spalle, vedremo, quasi di fronte alla torre cittadina, sull’angolo, l’edificio della Helblinghaus, riccamente decorato.
Share on Facebook
Share on Facebook

Museo dell’Arte Popolare Tirolese

Il Museo dell’Arte Popolare Tirolese custodisce la più importante raccolta dedicata al patrimonio storicoculturale tirolese. Temi chiave: artigianato artistico, arte popolare religiosa, le caratteristiche “Stuben” rivestite di legno, i presepi e i costumi tradizionali festivi.
  • 1
unlimited
Weather for Mattina
Mattina
Innsbruck
Soleggiato: 90%
18°C
Pomeriggio
Weather for Pomeriggio
Pomeriggio
Innsbruck
Soleggiato: 80%
18°C
Weather for Lunedì
Lunedì
Innsbruck
Soleggiato: 60%
18°C
Martedì
Weather for Martedì
Martedì
Innsbruck
Soleggiato: 60%
18°C
Mattina
Possiamo esservi utili? Contattateci!
Innsbruck Tourismus
lun - ven: ore 8.00 - 17.00
Innsbruck Incoming
lun - ven: ore 9.00 - 17.00
Tourismus Information, Ticket Service
lun - sab: ore 9.00 - 18.00
dom: ore 10.00 - 16.30