navigazione principale

oggi

Pomeriggio
12°C
90% Soleggiato
2500mm
zero termico

Martedì

Martedì
17°C
100% Soleggiato
3300mm
zero termico

Mercoledì

Mercoledì
23°C
80% Soleggiato
3400mm
zero termico

Previsioni

L`influsso dell`alta pressione si rinforzerà, ma prima che il sole si potrà affermare dovrà combattere contro le nuvole della perturbazione passata. Ma vincerà senza difficoltà e dopo una mattina nuvolosa sarà sereno già prima del mezzogiorno.

Tendenza

Fino a venerdì, il tempo non cambierà molto: rimarrà soleggiato e secco e probabilmente ci sarà nebbia durante la mattinata e qualche nuvola. Sarà anche caldo.

Avete bisogno d'aiuto? Contattateci!

Innsbruck Tourismus


lun - ven: ore 8.00 - 17.00

Prenotazioni alberghiere e per gruppi


lun - ven: ore 9.00 - 17.00

Informazioni turistiche


lun - sab: ore 9.00 - 17.00

oggi

Pomeriggio
12°C
90% Soleggiato
2500mm
zero termico

Martedì

Martedì
17°C
100% Soleggiato
3300mm
zero termico

Mercoledì

Mercoledì
23°C
80% Soleggiato
3400mm
zero termico

Previsioni

L`influsso dell`alta pressione si rinforzerà, ma prima che il sole si potrà affermare dovrà combattere contro le nuvole della perturbazione passata. Ma vincerà senza difficoltà e dopo una mattina nuvolosa sarà sereno già prima del mezzogiorno.

Tendenza

Fino a venerdì, il tempo non cambierà molto: rimarrà soleggiato e secco e probabilmente ci sarà nebbia durante la mattinata e qualche nuvola. Sarà anche caldo.

Avete bisogno d'aiuto? Contattateci!

Innsbruck Tourismus


lun - ven: ore 8.00 - 17.00

Prenotazioni alberghiere e per gruppi


lun - ven: ore 9.00 - 17.00

Informazioni turistiche


lun - sab: ore 9.00 - 17.00

Naturpark Karwendel

Un mondo alpino delle meraviglie a due passi dalla città

La Nordkette apre le porte al Karwendel, straordinaria riserva naturale e paradiso escursionistico: ripidi pendii, pascoli rigogliosi, ruscelli gorgoglianti, vedute spettacolari fino alla Zugspitze. Le attrattive del Karwendel sono infinite. Nonostante questo mondo delle meraviglie alpino comprenda centinaia di chilometri quadrati di natura, si trova direttamente alle porte della città. Gli impianti di risalita Nordkettenbahnen, infatti, portano gli ospiti dal centro città a 2.000 metri di quota in 20 minuti soltanto permettendo loro di accedere, così, al punto di partenza ideale di escursioni, vie ferrate e visite in baita. Numerosi rifugi e malghe – come l’Arzler Alm, l’Unbrüggler Alm, la Höttinger Alm, la Rumer Alm o la Enzianhütte – sono facilmente raggiungibili anche con i bambini e promettono merende da leccarsi i baffi.

A proposito di trekking: i diversi rifugi con possibilità di pernottamento fanno del parco naturale Alpenpark Karwendel un’area perfetta anche per escursioni di più giorni. Il più “classico” tra gli itinerari nel Karwendel è quello da Scharnitz a Pertisau am Achensee, ma attraverso questa meravigliosa zona si snodano anche alcuni trekking a lunga percorrenza, come il Sentiero dell’aquila o alcuni tratti della Via Alpina e della Monaco-Venezia.

Alle mountain bike sono aperte ovviamente tutte le strade a pedaggio del Karwendel transitabili anche alle auto, a cui si aggiungono nell’area tirolese 14 itinerari ciclabili. Il Karwendel è un autentico paradiso per rocciatori e alpinisti, che qui trovano persino alcune cime ancora inviolate.

Al Karwendel sono associati anche personaggi illustri: da Hermann von Barth, pioniere dell’alpinismo a cui è attribuita la prima ascensione di ben 88 cime del Karwendel nella sola estate del 1870, fino al noto geologo alpino Otto Ampferer. Il toponimo “Karwendel” per l’intera regione fu utilizzato ufficialmente per la prima volta dai due cartografi Peter Anich e Blasius Hueber nel 1774. Il nome, di origine germanica, è da ricondurre a un certo Kérwentil, che possedeva una fattoria nei pressi di Scharnitz, nell’alta Isartal: la zona prese successivamente il nome di Kerwéndelau, che cominciò a essere usato dalla gente del posto per designare l’intero gruppo montuoso.

Informazioni sull’area escursionistica

  • comodo arrivo dal centro di Innsbruck con gli impianti Nordkettenbahnen 
  • 20 minuti per raggiungere la stazione della Seegube a 2.000 metri di altitudine, direttamente dalla città. 
  • 30 minuti dalla città per raggiungere la stazione a monte Hafelekar, la porta d’ingresso del Karwendel 
  • magnifica vista sulla città, l’Inntal, la Wipptal e molto altro ancora. 
  • veduta che spazia sulle Alpi, in buone condizioni meteo fino alla Zugspitze 
  • numerosi sentieri escursionistici 
  • via ferrata 
  • posizione: tra 600 e quasi 2.600 metri di altitudine 
  • numerose malghe e rifugi 

ESCURSIONI NORDKETTE

Abbiamo selezionato per voi alcune escursioni che partono dalle fermate degli impianti di risalita Nordkettenbahnen. Trovate qui altre escursioni nella regione di Innsbruck.

Alla volta della Pfeishütte lungo il sentiero Goetheweg

2.5 H
344 M 344 M
5.2 KM 5.2 KM
difficile difficile
Il sentiero Goetheweg inizia subito accanto alla stazione a monte dell'Hafelekar e si snoda verso est restando sempre vicino al crinale. Gli escursionisti superano il crinale dopo una serie di salite e discese, presso la forcella Mühlkarscharte. Quindi, il sentiero passa sul versante settentrionale per raggiungere la Mandlscharte. Dopo una breve discesa, il paesaggio inizia a mutare. Alpeggi di alta montagna e pini mughi costituiscono lo scenario dell’ultimo tratto del sentiero che porta a rifugio Pfeishütte. Il rifugio è incastonato in un paesaggio alpino intatto a più di 1.900 metri di altitudine. Intorno si stagliano audaci le aspre pareti rocciose della Rumer Spitz, della Stempeljochspitze e della Bachofenspitze. Il tempo di percorrenza dall’Hafelekar al rifugio è di due, due ore e mezza (solo in una direzione!). Con il ritorno all’Hafelekar occorrono circa quattro ore e mezza, cinque di cammino. Seguendo le successive varianti il tour è notevolmente più lungo in base al percorso scelto.   Ritorno dalla Pfeishütte   Variante 1: Ritornare all’Hafelekar o scendere più in basso fino alla Seegrube seguendo il sentiero Goetheweg. Sia dall’Hafelekar che dalla Seegrube è possibile accedere agli impianti Nordkettenbahnen per tornare a Innsbruck.   Variante 2: Chi volesse tornare lungo un altro sentiero, può scendere dalla Pfeishütte attraverso il valico Kreuzjöchl. Il sentiero conduce attraverso il Kreuzjöchl, la malga Vintlalm e la Rumer Alm fino alla località di Rum. Da qui si può prendere un autobus per tornare a Innsbruck.   Variante 3: Dalla Pfeishütte attraverso la forcella Arzler Scharte fino alla malga Arzler Alm. La successiva discesa per la Hungerburg dura circa 30 - 40 minuti. Dalla Hungerburg partono mezzi di trasporto pubblici e la funicolare della Hungerburgbahn che riportano in centro a Innsbruck.   Variante 4: Dalla Pfeishütte proseguiamo attraverso un pendio ghiaioso in salita fino al valico Stempeljoch e poi in discesa. Senza perdere quota, un sentiero porta a destra attraverso un bosco di larici poco fitto. Si incontra, quindi, la prima casa della Halltal sulla strada carrabile e si prosegue fino alle “Herrenhäusern”, le antiche abitazioni dei minatori. Qui è possibile prendere una scorciatoia passando per le baite della vecchia miniera di sale. Superate le Herrenhäuser, il sentiero svolta a destra in direzione del ristoro alpino St. Magdalena, un antico monastero nel cuore delle montagne. Per tutti coloro che non vogliono proseguire la discesa a piedi: durante la stagione escursionistica, nei fine settimana, transita a cadenza oraria un autobus navetta per Absam. Da lì è possibile cambiare e prendere un autobus pubblico per Innsbruck. 

Sentiero Goetheweg per l’Arzler Scharte e la Hungerburg

2.5 H
200 M 200 M
9.1 KM 9.1 KM
medio medio
Questa escursione ad alta quota da Innsbruck al Parco naturale alpino del Karwendel assicura scorci meravigliosi sull’Inntal e su Innsbruck, fino ad abbracciare la Wipptal e la Stubaital. Nell’altra direzione, invece, lo sguardo spazia sulle imponenti vette del Praxmarer. Il sentiero Goetheweg è in parte molto stretto e pietroso e richiede un passo sicuro. Soprattutto la discesa ghiaiosa attraverso l'Arzler Scharte, con un dislivello di 1300 metri, è impegnativa, richiede un passo sicuro ed è solo per escursionisti esperti muniti di scarponcini da trekking e in buone condizioni fisiche. L’itinerario parte dall’Hafelekar, la stazione a monte degli impianti Nordkettenbahnen, che partono direttamente dal centro di Innsbruck. Da qui, si segue il sentiero n. 219 verso ovest. Seguendo l’alta via in direzione sud, si passa per la cima Hafelekarspitze. L'escursione prosegue per una breve discesa verso l’Hafelekar per poi continuare in piano sul versante meridionale della montagna. L’itinerario risale brevemente attraverso serpentine e scende nuovamente in diagonale fino al Mühlkar. A ovest, passando al di sotto della Mandlspitze, si risale su terreno ripido fino alla Mandlscharte. In direzione ovest si prosegue in continua discesa fino alla Arzler Scharte.  La discesa dalla Arzler Scharte (sentiero n. 217) porta ripidamente verso sud costeggiando il cono alluvionale. Supera un dislivello di 1300 metri attraverso il tipico pietrisco del Karwendel. Si tratta di una discesa impegnativa che richiede passo sicuro ed è solo per escursionisti esperti muniti di scarponcini da trekking e in buone condizioni fisiche. Superato il limite boschivo si prosegue dritti, sempre in discesa. Arrivati al bivio seguente (non segnalato), si mantiene la destra al di sopra della strada carrabile. Da qui, uno stretto sentiero di montagna porta in discesa alla Arzler Alm, dove si consiglia di fare una pausa per rifocillarsi. Da qui non manca più molto per la Hungerburg, che si raggiunge lungo il sentiero segnalato Almenweg.    

Gleirschspitze e Hafelekarspitze

550 M 550 M
3.8 KM 3.8 KM
difficile difficile
Con l’aiuto degli impianti di risalita delle Innsbrucker Nordkettenbahnen si raggiunge rapidamente il punto di partenza dell’itinerario con il suo magnifico panorama. Si parte imboccando il sentiero Goetheweg fino alla Gleirschspitze. La vista dalla bella croce di vetta è meravigliosa: a nord le cime principali del Karwendel, a est la Rumerspitze e la bassa Inntal, a sud e sud-ovest le Alpi di Tux, dello Stubai e la città di Innsbruck.

Hafelekarspitze

0.3 H
65 M 65 M
1.5 KM 1.5 KM
facile facile
Con gli impianti Nordkettenbahnen è possibile raggiungere l’Hafelekar, a 2.256 metri di quota, direttamente dal centro di Innsbruck. Dalla stazione d’arrivo un sentiero a buona percorribilità conduce sulla cima dell’Hafelekarspitze, da dove si spalancano panorami mozzafiato su due mondi molto diversi. Da un lato la vista spazia su Innsbruck e la Inntal spingendosi sulle montagne ancora più a sud, nell’altra direzione, invece, si estendono a perdita d’occhio le rocce dentellate del Karwendel, in una sorta di porta d’accesso al cuore delle Alpi. La salita alla croce di vetta dalla stazione d’arrivo non è molto impegnativa, ciononostante è indispensabile indossare calzature adatte.   

Sentiero tematico Perspektivenweg

1 H
100 M 100 M
1.5 KM 1.5 KM
facile facile
Poco lontano dalla stazione d’arrivo della funivia della Seegrube, impianto progettato a metà del ’900 dall’architetto Franz Baumann in un armonioso connubio di tecnologia e ambiente, parte il sentiero tematico Perspektivenweg. Ideato da Snøhetta e integrato alla perfezione nella natura della Nordkette, il percorso mette in connessione singoli elementi e citazioni filosofiche consentendo di osservare e ammirare il paesaggio da diverse prospettive. Fotos ©Lea Hajner https://escape-town.com/   
unlimited